Quando il condizionatore emana cattivi odori

Puzza dal condizionatore: cosa fare?

Se il condizionatore puzza vuol dire che qualcosa non sta funzionando a dovere. La pulizia fatta da esperti può risolvere il problema in tempi ridottissimi. Ecco come.

Con il passare del tempo il condizionatore tende ad accumulare ed aspirare polvere. Per cui è normale che a lungo andare possa emanare un cattivo odore. Il pericolo è che l’aria messa in circolo sia contaminata da sporco, acari, polvere e batteri, per questo è fondamentale intervenire con tempestività, ma per farlo è necessario richiedere l’intervento di personale esperto. In questo modo potrete dire addio al condizionatore che puzza in tempi brevissimi e tornare a respirare senza timori.

 

Il condizionatore non funziona a dovere?

Quando ci si trova in questa situazione è fondamentale richiedere un preventivo per risolvere il problema del condizionatore che puzza: solo grazie al personale qualificato si potrà individuare la causa e provvedere alla pulizia del condizionatore. Detto questo, è sempre bene sottoporre questo elettrodomestico a pulizia periodica, da effettuare all’inizio della stagione calda, prima che venga utilizzato con frequenza. Anche in questo caso, il controllo deve essere fatto da addetti ai lavori, che con prodotti specifici elimineranno ogni traccia di sporco e polvere, eliminando il rischio di contaminare l’aria una volta acceso il condizionatore.

 

Gli interventi di pulizia più comuni

Quando il condizionatore inizia a rilasciare cattivo odore, le cause principali possono essere due:

  • l’accumulo di sporco nella batteria del condizionatore, posizionata subito dietro i filtri dell’aria, ricettacolo per i batteri, polvere ed acari
  • l’accumulo di condensa nello split, spesso causato da ostruzioni nello scarico.Nel primo caso, gli addetti provvederanno a smontare l’apparecchio, estrarre i filtri e pulirli con cura con il getto d’aria di un compressore o con un getto d’acqua, meglio ancora utilizzando una spugna imbevuta in acqua e aceto. I filtri vanno lasciati asciugare per bene prima di essere rimontati. Nell’attesa, si provvederà alla pulizia del resto del condizionatore, asportando sporco e polvere. Per evitare che la polvere si accumuli nuovamente, verrà utilizzato uno spray igienizzante direttamente sui filtri.

Se, invece, la puzza dallo split è il vostro problema, la causa è l’accumulo di condensa. Il professionista chiamato per la pulizia dovrà pulire lo split e controllare che non si verifichino ulteriori accumuli di condensa. Spesso sullo split sono presenti tracce di muffa, per cui è bene che si intervenga con sgrassatori ed antibatterici, per evitare che lo sporco contamini l’aria. Nel caso in cui, nonostante questo tipo di interventi il condizionatore puzza ancora, è possibile che si debba provvedere alla sostituzione definitiva dei filtri o di altri elementi interni all’apparecchio. Anche in questo caso è necessario contattare il centro assistenza, che provvederà ad inviare un tecnico per un controllo e per risolvere il problema. Ricordate di far controllare periodicamente il vostro condizionatore per evitare cattive sorprese.

Condividi: